Make your own free website on Tripod.com

ALCUNI SONETTI

di Giuseppe Gioacchino Belli

l'upertura der concrave

Senti, senti Castello come spara!
Senti Montecitorio come sona!
E' segno che è finita sta caggnara,
E 'r Papa novo già sbenediziona.

Bbè! cche Ppapa averemo? E' cosa chiara:
O ppiù o mmeno, la solita canzona.
Chi vvòi che ssia? Quarc'antra faccia amara,
Compare mio, Dio sce la manni bbona.

Comincerà ccor fà aridà li peggni,
Cor rivotà le carcere de ladri,
Cor manovrà li soliti congeggni.

Eppoi, doppo tre o cquattro sittimane,
Sur fà, de tutti l'antri Santi-Padri,
Diventerà, Dio me perdoni, un cane.

la bella Giuditta

Disce l'Abbibbia Sacra che Ggiuditta
Doppo d'avé cenato con Llionfernr,
Smorzate tutte quante le lucerne
Ciannò a mette er sordato a la galitta:

Che appena j'ebbe chiuse le lanterne
Tra er beve e lo schiumà della marmitta,
Cor un corpo da fìa de mastro Titta
Lo mannò a ffotte in ne le fiche eterne:

E cche, agguattata la capoccia, agnede
Pe ffà la mostra ar popolo ggiudio
Sino a BBettujja co la serva a piede.

Ecchete come, Pavoluccio mio,
Se pò scannà la gente pe la fede,
E ffà la vacca pe ddà ggrolia a DDio.

er confessore

Padre... -- Dite il confiteor. -- L'ho detto. --
L'atto di contrizione? -- Già l'ho ffatto. --
Avanti dunque. -- Ho detto cazzo-matto
A mi' marito, e j'ho arzato un grossetto. --

Poi? -- Pe una pila che me róppe er gatto
Je disse for de me: "Si' maledetto";
E è cratura de Dio! -- C'e altro? -- Tratto
Un giuvenotto, e ce sò ita a letto. --

E lì cosa è successo? -- Un po' de tutto.--
Cioè? Sempre, m'immagino, pel dritto. --
Puro a riverzo... -- Oh che peccato brutto!

Dunque, in causa di questo giovanotto,
Tornate, figlia, con cuore trafitto,
Domani, a casa mia, verso le otto.


la nunziata

Ner mentre che la Verginemmaria
Se magnava un piattino de minestra,
L'Angiolo Grabbiello via via
Vieniva com'un zasso de bbalestra.

Per un vetro sfasciato alla finestra
J'enrò in casa er curiero der Messia;
E cco un gijo a mman dritta de man destra
Prima je rescitò 'na vemmaria.

Poi disse alla Madonna: "Sora sposa,
Sete gravida lei senza sapello
Pe permission de DDio da Pascua-rosa".

Lei allora arispose ar Grabbiello:
"Come po' èsse mai sta cosa
S'io nun zo mmanco cosa sia l'uscello?"


la mostra de l'ereliquie

Tra l'antre ereliquie che tt'ho dette addietro
C'è ll'aggnello pascuale e la colonna:
C'è er latte stato munto a la Madonna,
Ch'è sempre fresco in un botton de vetro.

C'è ll'acqua der diluvio: c'è la fionna
Der re Ddavide, e 'r gallo de san Pietro:
Poi c'è er bascio de Giuda, e cc'è lo scetro
Der Padr'Eterno e la perucca bbionna.

Ce sò ddu' parmi e mmezzo de l'ecrisse
Der Carvario, e cc'è un po' de vita eterna
Pe ffà er lèvito in caso che ffinisse.

C'è er moccolo che aveva a la lanterna
Dio cuanno accese er zole, e ppoi je disse:
"Va', illumina chi serve e cchi ggoverna".